Home page di successo

Home page di successo

Torniamo a parlare di siti web. Abbiamo già detto in uno dei precedenti articoli che, quando si costruisce un sito, bisogna focalizzare l’attenzione sul target che andrà a visualizzarlo: la scelta di colori e layout sarà quindi fondamentale per non dover appurare, a distanza di tempo, che il tempo medio di permanenza dei visitatori è di 4 o 5 secondi … E poi ?

La home page: il cuore del nostro sito web.

La mia esperienza mi dice, con ragionevole certezza, che su 100 utenti che accederanno al vostro sito web, almeno la metà di essi visualizzerà solo la home page, ovvero la pagina iniziale. Perchè ? Perchè dalla home page posso già capire molto, e perchè se essa non è in grado di indirizzarmi verso le informazioni che sto cercando, abbandonerò il tutto rivolgendomi a qualcun altro. Vediamo quindi alcune regole fondamentali per una home page di successo, ovvero che sia in grado di catturare l’attenzione del visitatore e di convincerlo a dedicarmi qualche minuto del suo tempo.

Velocità di caricamento
Importanza: essenziale. Il mio sito deve impiegare meno di 4 secondi ad aprirsi interamente, eccezione alla regola solo se la gran parte dei contenuti è visualizzabile ma il browser sta ancora caricando qualche immagine (che dovrà però essere di livello, in poche parole dovrà “valere l’attesa”). In uno dei prossimi articoli analizzeremo nel dettaglio questo aspetto.

Linea di comunicazione
Importanza: vitale. Sto cercando un’azienda che faccia siti web: voglio capire subito che livello di cliente tratta, se è giovane, moderna, capace. Molto di tutto ciò mi diranno le “call to action” usate nella pagina, i vocaboli utilizzati, il come si rivolge a me visitatore, le immagini: la linea di comunicazione deve essere unica, determinata, chiara. Mai frasi con il “voi”, altre con il “tu”, mai troppi concetti tutti insieme, evidenziare i passaggi fondamentali.

Impatto grafico
Importanza: elevata. Qui il concetto è molto semplice: se ho solo poche foto belle, o un bel video, o voglio usare un elemento particolare nel mio sito (un parallax, un ajax, un KenBurns ecc…), bene, lo faccio in home page. Se ci sarà qualcosa che colpirà, anche solo visivamente, l’utente finale, avrò quanto meno prolungato il suo tempo di permanenza sul sito. Garantito. Una home graficamente accattivante è come una casa con un bellissimo ingresso: sarò invogliato a rimanerci e a scoprire il resto.

Informazioni complete
Importanza: essenziale. Nella mia home dovranno esserci tutte le informazioni che vorrei chiunque leggesse: un breve cenno alla mia azienda, a cosa faccio, a come lo faccio. Spesso consiglio ai miei clienti di scrivere qui i loro punti di forza, per mostrare subito qualcosa di “tangibile” all’utente e convincerlo che non sta perdendo il proprio tempo. Devo accogliere il visitatore, dargli qualche info generica, e poi colpire nel segno: pagina a scorrimento, quindi, con tutti i concetti fondamentali del mio sito. Almeno, se proprio vedrà solo la prima pagina, sarò riuscito a comunicargli l’indispensabile.

Una sola “call to action”
Importanza: elevata. Una “call to action” è una richiesta d’azione, solitamente effettuata con l’utilizzo di un messaggio molto diretto ed un bottone: “scopri di più” cliccabile, “acquista ora” ecc … sono degli esempi. Regola fondamentale per una buona home page: chiedere all’utente sempre e solo una singola richiesta di azione. Se sulla pagina iniziale avrò 3 bottoni, ad esempio “scarica il catalogo”, “richiedi info” e “iscriviti alla newsletter” andrò a generare confusione, con il risultato che il visitatore esiterà sul da farsi, cambiando probabilmente sito senza cliccare su alcuna richiesta.

Presenza dati di contatto
Importanza: vitale. Mamma mia quante volte ho visto bei siti, complessi, costosi, costringere l’utente a 1 o addirittura 2 click aggiuntivi per avere i dati di contatto. Siamo nell’epoca degli smartphone, ricordiamocelo, ed il numero di click da telefono è drasticamente inferiore a quello che l’utente esegue da desktop. Se l’ho già convinto (grazie ai punti precedenti) di fare al caso suo, perchè non completare l’opera ? Quindi sempre telefono ed email in home, almeno, e possibilmente cliccabili per un rapidissimo contatto diretto.

SEO Oriented
Importanza: vitale se faccio SEO. Qui dovremmo soffermarci a lungo, ma anticipo solo un concetto che poi tratteremo più avanti: Google darà alla mia home il peso maggiore. Ovvero, a parità di contenuti, la home è sempre “privilegiata” e premiata dal motore di ricerca rispetto ad una pagina interna. Questo vantaggio va sfruttato: mai parlare di troppe cose, o al contrario fare solo un’introduzione vaga alla mia azienda. Se sto lanciando un prodotto, o tengo particolarmente ad un servizio, è qui che devo presentarlo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.