Social, SEO, AdWords, DEM… da dove cominciare?

Social, SEO, AdWords, DEM... da dove cominciare?

Nei mesi scorsi abbiamo toccato diversi aspetti che vanno a comporre una strategia di web marketing: newsletter, SEO, SEM, social… a questi si aggiungono altre attività che, talvolta, possono avere un senso, quali display marketing (es. banner) o article marketing, che spesso viene utilizzato come “spinta” alla SEO ma è di fatto un canale a sè stante. Bene ma… da dove cominciare?

Inbound e outbound marketing

Chiariamo subito: questo articolo, come sempre, non ha la presunzione di essere un corso professionale, nè di essere esaustivo su un argomento ENORME e tremendamente complicato come il marketing aziendale… Tuttavia, chiarire il significato di inbound e outbound è basilare per comprendere meglio quanto vi diremo successivamente. L’inbound marketing, che oggi rappresenta sicuramente uno dei canali più redditizi e “moderni” per fare promozione, è rappresentato da quell’insieme di attività finalizzate ad intercettare un potenziale cliente che sta già cercando il tuo prodotto o servizio, o ha comunque manifestato un interesse (anche indiretto) verso di esso. L’outbound marketing, che possiamo definire il canale “tradizionale” di ricerca del cliente, è costituito da attività promozionali verso l’audience, finalizzate alla creazione di potenziali opportunità.

Vediamo ora di trasferire questo concetto nel web marketing, che è quello che più ci interessa. Potremmo suddividere le attività in questo modo:

INBOUND > SEO, SEM, article marketing (inclusi i blog)
OUTBOUND > Display marketing, Direct Email Marketing, Social Media Marketing

E’ altresì chiaro che oggi l’outbound marketing classico (call center che chiama “n” mila aziende o privati a caso) è in declino, quindi anche tali attività partono comunque da profili che, in qualche modo, sono stati selezionati o targettizzati. Tuttavia, il loro limite è intrinseco: non è l’utente che ti ha cercato, ma sei tu che vai a cercarlo.

Ritorno dell’investimento

Se definiamo il R.O.I. come le tempistiche medie entro le quali il tuo investimento di marketing realizzerà un profitto, ecco che le attività inbound sul web, normalmente, sono in grado di rendere maggiormente. Certo, un conto è fare SEO ed un conto è investire in AdWords, tuttavia, ipotizzando di aver impostato nel modo giusto la strategia, in entrambi i casi l’utente con il quale entrerai in contatto (attraverso il sito web o la landing page) è già in qualche modo predisposto all’acquisto. Ciò significa: meno follow-up e profilazione, meno sforzo di convincimento, quindi tempistiche di acquisizione potenzialmente inferiori. Attenzione: questo non è un ragionamento valido in assoluto, perchè ci sono attività inbound che per loro natura richiedono molto tempo prima di dare risultati. Ciò che vogliamo dire è che sicuramente, una volta entrati in contatto con l’utente, i tempi di generazione della lead sono decisamente più lunghi nelle attività outbound.

Ma se invece parliamo di garanzie di R.O.I.? Ovvero, quali rischi corri nell’intraprendere una o l’altra strada?

Qui la risposta è complicata, e sicuramente non riassumibile in poche righe. Tuttavia, come abbiamo già detto poco fa, nelle attività inbound, è l’utente che ti ha cercato, in quelle outbound sei tu che hai cercato lui. E’ ormai un dato di fatto che le ultime tendenze anche da parte delle grandi aziende siano quelle di percorrere la prima strada, ma bisogna fare attenzione perchè spesso questa richiede notevoli competenze in tema di web marketing e, soprattutto, grande elasticità mentale. Non che fare social marketing sia semplice, anzi, ma certamente la complessità di un’attività di blogging ben fatta non è paragonabile, in termini di conoscenze e complessità, ad un invio massivo di email promozionali.

Quindi? A cosa dare la priorità?

Veniamo al dunque… Evidentemente questa domanda ti riguarda qualora il budget a tua disposizione non ti consenta di intraprendere tutti i canali contemporaneamente, e lo capiamo, altrimenti noi di WebSenior saremmo già ricchi… Proviamo a schematizzare la risposta in questo modo:

SEO/SEM/ARTICLE MARKETING > meno rischi di perdita dell’investimento, minor tempo di realizzazione di profitto, maggiori competenze necessarie
SMM/DISPLAY/DEM > più rischi di mancati risultati, tempi di rientro prevedibilmente più lunghi, meno competenze necessarie

Non abbiamo volutamente parlato di costi, perchè ognuna di queste attività raggruppa troppe varianti che impattano in modo determinante sui budget necessari: posso fare SEO con 1.000 euro, e possono volercene 10.000 per fare pochi mesi di Social Marketing fatto bene, così come può accadere l’esatto contrario…

Individuato che le attività INBOUND rappresentano probabilmente la scelta da fare inizialmente, da dove cominciare? Se volete risultati a breve termine, a rischio ridotto, e disponete di un budget adeguato, probabilmente dovreste partire con una bella campagna AdWords, creata e gestita da un professionista. Abbiamo parlato dell’argomento in passato qui https://goo.gl/Azqhnl . Tuttavia, se invece avete pazienza e volete risultati duraturi nel medio e lungo termine, privilegiate una buona attività di posizionamento SEO, seguita da qualche azione di social media marketing che non solo va a supporto della prima, ma consente di diversificare un pò la strategia con budget contenuti. Potrete successivamente pianificare gli step successivi, creando dapprima contenuti di buona qualità che andranno poi a popolare sito, blog, social, newsletter e tutti i canali che possano portare risultati in termini di lead, popolarità del brand e creazione del bisogno di acquisto. Non intraprendete mai queste strade senza aver prima una linea editoriale ben definita e, come detto, contenuti coinvolgenti ed interessanti, scritti bene e aggiornati frequentemente.

Perdonateci la sintesi ma qui parliamo di strategie complesse e davvero molto personalizzabili a seconda del target di riferimento e del mercato, l’obiettivo era quello di fornirvi qualche indicazione per chiarirvi le idee e magari cominciare a “testare” uno dei canali di web marketing più diffusi, magari con la nostra collaborazione… info@websenior.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.